mercoledì 4 gennaio 2017

L'INIZIO DEL CAMMINO SULLA TASTIERA

La mia prima volta con......... il computer!



BENVENUTI NEL PERSONALISSIMO BLOG DI ASSUNTA, TOGLIETE LE SCARPE E NON FATE RUMORE, SI LEGGE IN PIENO RELAX!!!!!


Fino a qualche mese fa, non avrei mai pensato di possedere un computer, e oggi oltre a possederne uno, sono arrivata ad avere un blog tutto mio, sono fiera di me, vuol dire che nella vita non è mai troppo tardi per quasi nulla.
Non ho tanta dimestichezza con il mondo dell'informatica, ma conto in futuro di migliorare, grazie anche all'aiuto di un paziente e buon vicino di casa Roberto, un bel giovanotto che con tanta gentilezza arriva ogni qual volta mi perdo nei mille dedali del PC.
Grazie Roberto è proprio il caso di dire : anche la regina ha bisogno della vicina, e con i tempi che corrono dove a nessuno interessa di nessuno, non è poco.
La mia confidenza con il magico computer è quasi elementare e questo blog, che ho imparato a gestire con amore è una creatura di cui vado orgogliosa, non è niente di particolare, però sono racchiusi piccoli frammenti della mia vita nonchè dei miei ricordi più cari. Chiunque farà quattro passi attraverso i miei scritti, sappia che sono semplici post creati con il cuore e senza pretese. Ed ora se volete, prendetelo come .......un relax.
PS: i pensieri, i ricordi, fanno parte della mia vita.
le varie immagini (senza le foto personali) le ho prese nei vari siti che forniscono tale materiale. Invece alcune immagini le ho estrapolate da vari blog, che ne danno gentilmente il permesso.

IL CUORE DI UNA MAMMA!

Sono tornata in casa da poco, ho fatto la puntura ad un'anziana vicina di casa che si lamenta per i dolori, ogni volta che entro nel suo appartamento, mi assale un'angoscia indescrivibile, la tristezza dell'ambiente, l'odore stomachevole di fumo vecchio e stantio, (L'anziano marito fuma in casa senza ritegno), tutto attorno sa di vecchio, ma non quel vecchio che profuma di storia, di ricordi e di poesia, ma triste e desolato, pensai alla mia cara mamma e d'istinto le accarezzai la testa canuta  e spettinata, lei all'improvviso nel sentirsi accarezzare, scoppiò in lacrime, cercando di alleggerire il momento, le chiesi se avesse mangiato qualche cosa, lei pianse ancora di più, no signora Assunta (mi rispose) voglio morire e farmi incenerire, non ne posso più, ma mi dispero per il pensiero di lasciare questa figlia in mano a non so chi! La figlia purtroppo è una dolce donna affetta dalla sindrome di down, quindi il cuore di una mamma per forza di cose si dispera, anche se di figli ne ha avuti nove, l'attenzione è sempre per il figlio più debole,  per il quale lei sa già, che i restanti otto figli, si scanneranno per avere la custodia della sorella, per amore? Macchè! Per interesse, perchè la ragazza ha una dote mensile per il suo hendicap, quindi "la amano tutti i fratelli", che dire: mia madre diceva sempre: i soldi fanno venire la vista anche ai ciechi e purtroppo è vero, l'amore è gratuito, non si compra e non si vende, ma è un concetto, che in questo mondo parecchi non abbiamo ancora capito, e mentre dei fratelli fanno a gara chi avere la torta, una mamma piange nel suo letto con il cuore a pezzi!