domenica 17 aprile 2016

PICCOLI GRANDI BUFFONI

Il nostro avere da dire su tutto, scontenti ad oltranza, le nostre chiacchiere al veleno, su questo o quel politico, sugli stranieri, che ormai hanno invaso il nostro territorio in lungo ed in largo, nell'era 2000 non si riesce più ad arrivare a fine mese, si perde il lavoro, la casa, insomma, è un delirio senza fine, ci siamo ritrovati all'improvviso senza più certezze, i nostri giovani allo sbando, e noi che facciamo? Al primo referendum, DISERTIAMO I SEGGI! Ma come siamo bravi, predicare bene e razzolare male, quindi faremmo bene a  ritirare le......corna come le lumache, e tenerci il presidente della repubblica, che come un bel addormentato nel bosco, dorme sonni tranquilli, seduto su una poltrona che lo farà stare sempre più comodo per la vita, un presidente del consiglio, piccolo boy scout, al quale hanno consegnato un paese, come un giocattolo col quale si trastulla, politici corrotti, che stanno abbracciati al loro prezioso vitalizio e non mollano, lasciando perdere i peggiori, truffatori della peggior specie. Dopo questo mio blaterare con i tasti, che cosa vogliamo? Botte piena e moglie ubriaca? Non è possibile! Quindi? Avanti tutta con le chiacchiere..............ce li meritiamo TUTTI!!!!!!!!




domenica 7 febbraio 2016

ADDIO ALLA VITA

Sono tempi difficili, duri, bui, non si sa cosa succederà domani, presi da tutto questo bailamme, non apprezziamo più la vita, questa vita che è una ed irripetibile, io personalmente sempre più spesso, mi trincero dietro il paravento della malinconia, mi lascio trasportare dalla tristezza, poi basta una telefonata fatta da un parente e ti riporta a constatare che no! Non ne vale la pena piangersi addosso, perché non si arriva a fine mese, perchè le tasse sono sempre più onerose, perchè la vita è diventata difficile, gli scontenti sono tanti, ma ogni tanto un .....vada all'inferno tutto? Oggi pomeriggio, il silenzio noioso di una domenica in casa, è stato rotto dal trillo del telefono, era mio figlio:mamma, (mi disse) ho una brutta notizia, è morta Anna! Sono rimasta senza parole, Era una mia buona ex vicina di casa, veniva da Roma, allegra, scherzosa e parecchio ironica, con quella sua dialettica tipica romanesca, a volte calcava la mano, perchè furbescamente sapeva che  mi piaceva, e ridevamo assieme. Poi si sa le traversie della vita ci cambiano, il suo primo dolore, la perdita improvvisa del marito, morì intanto che parlava con lei al telefono, quindi si potrebbe dire quasi in diretta, da qui l'instabilità del quotidiano, la vita senza un valido sostegno diventò molto dura, lui morto giovane e senza pensione. Eroica Anna! Si rimboccò le maniche, cercando apparentemente una normalità, ma nulla resta al suo posto, si trascina il quotidiano sempre più a stento, fino a che ci si lascia andare lentamente nell'oblio. Mia madre diceva sempre: ogni essere umano, nasce con la sua lampada ad olio, quando poi quell'olio si consumerà, si chiuderà l'esistenza, nessuno sa quanto olio. Quante risate, quante chiacchierate, tutto passa, restano i ricordi con l'amarezza che nulla sarà più! Ciao mia cara energica donna, lassù avrai tanto tempo per ascoltare con il tuo ragazzo che ti ha preceduta, Renato Zero, che amavi tanto,sei e sarai sempre una "sorcina"!!!!!!!!!!!!